Galleria Vittorio Emanuele II. Il vero salotto dei Milanesi.

Il Restauro

Il progetto di sistemazione della Galleria ha previsto il restauro delle pareti interne con un ponteggio mobile, per i piani alti e altri fissi per le parti basse. Ha avuto un valore di circa 3 milioni di euro, a costo zero per l’Amministrazione comunale in quanto le società Prada e Versace, anche grazie ad un contributo di Feltrinelli, nell’ambito di un accordo con il Comune per l’acquisizione di spazi in Galleria, hanno coperto integralmente i costi. Le due case di moda hanno indicato l’impresa Percassi per l’installazione dei ponteggi e la società Gasparoli per le opere di restauro. 
In particolare sono state pulite 330 cornici di finestre e 88 vetrine. La superficie complessiva oggetto dei restauri è stata di 13.500 metri quadrati, di cui 3.300 per le facciate lavorate tramite ponteggio tradizionale, 7.800 per quelle lavorate tramite portale mobile, 2.400 per le superfici all’interno dell’Ottagono lavorate grazie ad un trabattello a piano strada. 
Complessivamente negli ultimi 3 anni sono stati stanziati 10 milioni di euro per la riqualificazione dell’opera progettata da Mengoni, di cui metà ad opera dell’Amministrazione comunale: oltre al restauro della facciate interne è stato completato il restauro dell’arco d’ingresso da piazza Duomo, quello dei due portici di Piazza Duomo mentre è nella fase conclusiva l’arco d’ingresso da piazza della Scala. La riqualificazione della Galleria è, inoltre, impreziosita dal rifacimento della pavimentazione di Piazza Duomo, dal restauro del monumento a Leonardo da Vinci in piazza della Scala e, in modo particolare, dalla nuova pavimentazione in pietra di via Foscolo, via Berchet e via San Raffaele.

The Blink Fish ha seguito le operazioni di restauro della Galleria dall'inizio alla fine tutta la documentazione video è raccolta nel sito InGalleria.

http://www.ingalleria.com/it.

 Milano - Galleria Vittorio Emanuele II 

Milano - Galleria Vittorio Emanuele II